VACCINO IN MUSICA A MONREALE “UNA RIPARTENZA PER I GIOVANI MUSICISTI”


L’iniziativa é stata ripresa anche dalle testate giornalistiche nazionali
 
E’ stata una vera e propria ripartenza anche per i giovani musicisti che si sono esibiti venerdì e sabato nel corso della due giorni vaccinale organizzata dal sindaco Alberto Arcidiacono e dal commissario per l’emergenza Covid Renato Costa . A dichiararlo, a termine di questa innovativa esperienza che ha avuto un notevole risalto ed è stata ripresa dalle testate giornalistiche nazionali, è il direttore artistico della manifestazione il maestro Giovanni Vaglica che ha seguito insieme alla figlia Silvia anche lei insegnante di musica, i valenti ragazzi individuati tra le eccellenze della Scuola Media ad indirizzo musicale Margherita di Navarra di Pioppo ed il Liceo Musicale Regina Margherita di Palermo
“L’iniziativa voluta fortemente dal  sindaco Alberto Arcidiacono si è rivelata unica ed particolarmente apprezzata – ha dichiarato il maestro Vaglica – e ha dato a tutti i giovani  che si sono esibiti anche una occasione per poter ripartire con la loro attività in presenza”. . I momenti musicali si sono snodati durante i due giorni, ogni ora e sono stati affidati a giovani. Il Pianoforte ha avuto un ruolo importante con diversi interventi; ha aperto i momenti il giovane pianista Tommaso Lannino, che, con il suo tocco, ha subito attratto l’attenzione dei presenti con i  brani di Bach, Mozart e Chopin. Spumeggianti sono state le improvvisazioni di Marco Sapienza al pianoforte e Massimiliano Mistretta alla batteria su incisi di Bach e Brahms, mettendo in bella evidenza e con perizia estetica la commistione e l’integrazione di motivi classici con i nuovi linguaggi. Le due giovanissime pianiste Gloria Prestigiacomo e Sofia Trifirò (le più giovani del gruppo) hanno dato prova di essere autentici talenti, così come Chiara e sara Grimaudo, che, oltre i brani di Mozart e Chopin, hanno presentato delle loro composizioni a 4 mani. Lucida e trasparente l’interpretazione di Schubert, Chopin e Bach delle pianiste Delia Reitano e Gloria Belvedere, mentre Enrico Gargano ha affrontato pezzi di repertorio come la Ciaccona di Bach e la seconda Ballata di Chopin, evidenziando padronanza tecnico-interpretativa, che fa ben sperare per il suo futuro. La giovane violoncellista Giorgia Gasbarro ha interpretato la terza suite di Bach per violoncello solo con un raffinato senso melodico che ha affascinato tutti i presenti; e per finire le “leggere” melodie di Einaudi sono state interpretate con altrettanta leggiadria e perizia da Emanuela Quadrante. Un particolare ringraziamento va anche ai Docenti dei ragazzi che con dedizione hanno preparato i repertori in un periodo difficile, continuando il lavoro appassionante e meticoloso del docente anche nelle condizioni proibitive nelle quali si è ritrovato il mondo della scuola negli ultimi tre anni.

Previous Post
Next Post

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

error: Content is protected !!